Buddha Bowl: anatomia di un piatto unico

Un piatto estremamente instagrammabile che in realtà risulta essere non solo piacevole da vedere ma soprattutto una soluzione per godere di un pasto veloce e nutriente. Ok, ma cos’è esattamente una buddha bowl?


Prima che un piatto sembra essere un trend visual sempre più seguito da food blogger, amanti dello yoga e dei cibi salutari.
Una buddha bowl si presenta come una ciotola (bowl) in cui sono adagiati cibi di diverso tipo dall’accostamento dei quali risulta un piatto dai colori vibranti che invoglia subito a fotograf.. no scusate a mangiarlo!
Scherzi a parte, il successo dato dalla fotografabilità di questo piatto sembra quasi ricordare come il cibo non nutra solo il nostro corpo ma anche la nostra anima e come dice un detto giapponese

prima si mangia con gli occhi, poi con l’olfatto e infine col gusto.

Tornando alle nostre bowl, pare che non ci sia una definizione ufficiale di “buddha bowl” e non esistano regole precise per la loro preparazione.


Lo Urban dictionary la definisce come una ciotola talmente stracolma da apparire come una pancia rotonda molto simile a quella del Buddha.
Preparazioni in ciotola appartengono da tempo alla tradizione fusion delle grain/rice/sunshine/macro bowl e quindi non è difficile pensare alle buddha come una nuova versione o un’evoluzione di queste.
Ma proseguiamo il nostro viaggio in questo mondo fatto ciotole colme di cibo, un miraggio vero?

In effetti che sia a base vegetariana o meno, le Buddha bowl rappresentano un piatto unico e completo di tutti i macronutrienti di cui abbiamo bisogno. Basta partire da una base di carboidrati (patate, riso, pasta, cereali) e accostarvi una fonte di proteine (pesce, carne, legumi) e una fonte di grassi (avocado, burro d’arachidi, olio d’oliva).
 
 

La parte divertente di questo piatto è che davvero puoi realizzarlo con i cibi che più preferisci, e più sono colorati più denotano una qualità nutrizionale alta. Lasciati ispirare dall’arancione delle patate dolci o delle carote, dal verde dell’avocado, il giallo e il rosso del peperone o dal viola del cavolo cappuccio e prepara la buddha bowl che più ti ispira!